Archivi tag: improvvisatore involontario

Giovanni Benvenuti – Dissolvenze

Improvvisatore involontario

Dissolvenze è un vero e proprio compendio dei diversi influssi che caratterizzano la musica del sassofonista Giovanni Benvenuti.

La formazione prediletta a sostegno dei fiati è il (non proprio) classico quartetto per archi, come nell’iniziale La montagna, interamente composto in perfetto stile cameristico, o negli struggenti e post-romantici Dissolvenze e Fantasmi, in bilico tra Nyman, Pärt e Cinematic Orchestra, e nella mutevole In minore, dove l’andamento è inizialmente più ostinato ed evolve poi sviluppando un bel solo del leader, ed una efficace, conclusiva pulsazione ritmica caratterizzata dalle coloriture scure degli arch(ett)i.

Altrove si disegnano trame più ascrivibili al cool jazz dove la componente improvvisativa è ben presente, come in Personaggi da fumetto e Finestre, ed il lavoro delle percussioni assume la giusta rilevanza.

Un intenso, assorto e tautologico In solo conclude il tutto. Tutto l’ascolto è fluido e rilassante, ma mai banale. Un bel disco.

1. La montagna
2. Personaggi da fumetto
3. Dissolvenze
4. In minore
5. Finestre
6. Fantasmi
7. In solo

Personnel

Giovanni Benvenuti: sax soprano e tenore
Katia Moling: viola
Andrea Libero Cito: violino
Francesco Pierotti: contrabbasso
Andrea Beninati: violoncello e batteria

Freschi di stampa (Giugno)_Paolo Sorge – Triplain

A breve distanza da RingLike (qui la recensione) la nuova proposta di

Paolo Sorge – Triplain

sceglie la dimensione più raccolta del power trio, per rileggere tre composizioni del precedente lavoro insieme a quattro nuovi titoli.  Ancora una volta, un percorso di suoni mai banali, a tratti impervio; necessita di ascolto ben disposto e concentrato, e in tal caso si rivela davvero prodigo di soddisfazioni, in particolare (ma non solo) per gli amanti/praticanti della sei corde.