Paolo Sorge – Ringlike (2015)

sorgeImprovvisatore Involontario 58

“In forma di anello”, ovvero l’esplorazione della ciclicità in musica. Partendo da questo assunto il chitarrista Paolo Sorge presenta, quasi a mo’ di ossimoro, 8 composizioni varie e riccamente articolate, poliritmiche, molto curate nella scrittura e nel misurato svolgersi delle parti improvvisate. Emblematica ad esempio Idea due, che dopo il rapido ostinato di partenza evolve prima in una breve e rarefatta fase quasi cameristica, e poi in cadenze più ariose e leggibili, per ritornare a chiudere il cerchio con l’iniziale riff. La successiva Nuevo è caratterizzata dall’incisivo solo del leader, che alterna fraseggio fluido e spezzato con disinvoltura. Il bizzarro/ironico tempo di marcia che avvia Retrò lascia rapidamente il posto ad un breve passaggio mollemente swingante, che dà il via a due successivi episodi ritmici in tempo medio, che mettono in luce ancora gli efficaci interventi di Marco Caruso e dello stesso Sorge.

I suoni si avviano in direzioni multiple nei primi due minuti e mezzo di TreDueNove, richiamati poi all’ordine da una impassibile scansione metrica e degli arpeggi della sei corde, sui quali si staglia perentorio il flauto di Carlo Cattano. Unico episodio più canonicamente jazzistico la vivace Divergenze, dove è ovviamente il drummer Peppe Tringali in chiara evidenza, mentre sbriglia l’energia più spesso trattenuta negli altri brani.

Fondamentale per la buona riuscita del progetto è la pienezza dell’impasto timbrico fornita dalle numerose ance, che coprono lo spettro delle frequenze in maniera pressochè completa, spaziando dalla cupezza della coppia clarinetto basso/corno francese, rispettivamente affidati a  Gaetano Cristofaro e Sebastiano Bell’Arte, fino ai trilli del flauto piccolo del già citato Carlo Cattano.

In conclusione, l’intento di “giocare con la memoria a breve termine dell’ascoltatore nel tentativo di coinvolgerlo” può dirsi pienamente raggiunto: il disco è in giusto equilibrio, cerebrale e godibile nel contempo, e dotato di una propria (personale) impronta.

01 Idea uno
02 Idea Due
03 Nuevo
04 Retrò
05 Treduenove
06 Slonimsky’s Domino
07 Dissonanze
08 Intro

Paolo Sorge: el. guitar and compositions
Carlo Cattano: flute, alto flute, piccolo flute, soprano sax
Marco Caruso: alto sax
Gaetano Cristofaro: bass clarinet
Sebastiano Bell’Arte: french horn
Alberto Fidone: double bass
Peppe Tringali: drums

Annunci

Un pensiero su “Paolo Sorge – Ringlike (2015)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...