Susan Clynes – Life is… (2014)

cover_SC.jpgMJR061 – 2014

Parafrasando un’efficace frase del dialogo finale del bel film di Valerio Zurlini “La prima notte di quiete”, defineremmo Susan Clyne come una donna dai buoni ascolti. Il disco d’esordio internazionale della vocalist e pianista belga, registrato dal vivo in tre differenti occasioni con organico variabile dal solo al trio, mette in mostra un repertorio ricco di influenze disparate, assemblate in un percorso sonoro già abbastanza personale.

Si parte strizzando l’occhio al pop americano di qualità, con la title-track e la successiva A Good Man che richiama alla mente Tori Amos, ma subito dopo questo piacevole incipit si cambia passo con le evidenti tracce di minimalismo “a la Reich” che introducono e permeano lo sviluppo dell’intensa Childhood Dreams, ben sostenuta dal cello di Simon Lenski, dove Susan mette in luce le sue peculiari caratteristiche: vocalità potente ed istintiva, a tratti “maleducata” e declamante nello stile di Annette Peacock.

Fortemente suggestivo e ben riuscito anche il successivo episodio, lo strumentale Les Larmes dove le iniziali scale di sapore medioorientale si mescolano a ostinate cadenze, che in trasparenza lasciano intravedere ombre dei Tuxedo Moon, in particolare negli insistenti cluster disegnati ancora dall’archetto di Lenski.

Nella seconda metà del disco, dopo un secondo episodio più immediato e cantabile (Ileana’s Song, in trio come la già citata A Good Man) si torna con le successive tracce in duo piano-cello a costruzioni più complesse ed estese nello sviluppo, con gli esiti migliori in Pigeon’s Intrusion, valzerino straniato e solenne al tempo stesso.

Pur se affiorano qua e là piccole esitazioni e incertezze nell’intonazione, fisiologiche in una registrazione dal vivo, questo “Life is…” mostra più pregi che difetti: un passo d’avvio senz’altro positivo.

Tracks:
1. Life Is (4:21)
2. A Good Man (3:49)
3. Childhood Dreams (6:31)
4. Les Larmes (9:35)
5. Tuesday Rain (5:08)
6. Ileana’s Song (3:37)
7 .When You’re Dead (7:15)
8. Pigeon’s Intrusion (6:00)
9. Le Voyage (3:22)
10. Linear Blindness (4:12)
11. Butterflies (6:38)

SUSAN CLYNES, vocals, piano (all tracks)
SIMON LENSKI cello (tracks 3, 4, 7, 8 & 11)
PIERRE MOTTET bass (tracks 2 & 6)
NICO CHKIFI drums (tracks 2 & 6)

 

Annunci

2 pensieri su “Susan Clynes – Life is… (2014)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...